MENU ×
Dieta a zona

Dieta a zona

La dieta a zona è fondata su una teoria che sostiene che equilibrando carboidrati, proteine e grassi si può raggiungere uno stato fisico e mentale ottimale.

Questa dieta permette una notevole riduzione del grasso corporeo, qualora questo fosse presente in eccesso.

Ad ogni pasto bisogna assumere la giusta quantità di carboidrati, proteine e grassi e il rapporto in calorie deve corrispondere a 40%-30%-30%.

Tra un pasto e l'altro non devono trascorrere più di 5 ore oppure è necessario fare uno spuntino. In questo modo la giornata si compone in media di  3 pasti principali e 2 spuntini.

Ovviamente è essenziale ridurre il più possibile il consumo di dolci, pane, pasta, riso e cereali raffinati ad alto indice glicemico, ovvero forti stimolatori d'insulina.

E' necessario mangiare molta verdura e frutta con basso indice glicemico, in altre parole carboidrati che stimolano l'insulina.

Uno spuntino deve essere composto almeno da un blocchetto di carboidrati di proteine e di grassi, per avere una risposta ormonale adeguata.

La dieta a zona si diversifica dalla classica piramide alimentare che vuole alla sua base i carboidrati (pasta, pane, cereali ecc.). Rispetto alla classica dieta mediterranea, la dieta a zona riduce i grassi e le proteine ad una piccolissima percentuale, con una quota glucidica del 40% (principalmente sotto forma di frutta e verdura), proteica del 30% (carni e formaggi magri, pesce, uova ecc.) e lipidica del 30% (preferibilmente monoinsaturi come olio di oliva).