MENU ×
Abbronzarsi mangiando bene

Abbronzarsi mangiando bene

In estate siamo (donne in primis) alla continua ricerca dell’abbronzatura perfetta, ecco perché la redazione di Life in Food ha deciso di darvi alcuni consigli essenziali su come ottenere un’abbronzatura soddisfacente mangiando cibi salutari e buonissimi.

 

Questi sono i 4 alimenti che non devono assolutamente mancare nella vostra tavola se volete avere un’abbronzatura costante e salutare.

 

1. È quasi ovvio, ma doveroso, partire dalle famosissime carote (anche cotte)! Questo ortaggio è uno dei più forti antiossidanti, favorisce la salute della pelle grazie all’estensina ovvero una proteina che agisce sull’idratazione epidermica. È consigliato mangiarla con la buccia, perché è lì che si trova la maggior concentrazione di betacarotene, cioè il precursore della vitamina A. Bastano soltanto 100 grammi di carote al giorno per coprire il fabbisogno di vitamina A.

 

2. La lattuga è ricca di vitamine A e C, sali minerali (calcio, ferro, magnesio, potassio) e fibra solubile. A tutti i tipi di lattuga sono state riconosciute proprietà calmanti, rinfrescanti, analgesiche, antiossidanti e stimolanti dell’appetito. La lattuga, infatti, è in grado di proteggere la pelle dall’invecchiamento. Le sue foglie tenere e verdi sono ricche anche di betacarotene. Grazie all’alta quantità di acqua che la compone, la lattuga resta anche un preziosissimo cibo depurativo, che aiuta il vostro corpo a superare le giornate di calore più intenso. Insalate senza limiti di quantità sia a pranzo che a cena ma attenzione ai condimenti!

 

3. Il melone, dissetante e nutriente, è un frutto ricco di acqua, di fibre e di zuccheri. Ricchissimo di fibre, che mantengono pulito e attivo l’intestino, è anche una fonte di vitamine A e C, preziose per il nutrimento dell’epidermide, che durante l’estate è particolarmente esposta agli stress termici e all’aggressione dei raggi solari. È utile per integrare i sali persi con il sudore, ma va assolutamente specificato che non è adatto ai diabetici a causa dell’alta concentrazione di zuccheri, e non è consigliato il consumo a chi soffre di gastrite.

 

4. Forse non tutti sanno che l’albicocca è il frutto che ha il maggior potere di stimolare la melanina, merito della vitamina C, PP e A. Soprattutto di quest’ultima ne è ricchissima: 200 gr di albicocche, infatti, forniscono il fabbisogno giornaliero di vitamina A per una persona adulta. Inoltre ha un basso apporto calorico, che corrisponde a 28 calorie fornite per 100 grammi di polpa. È consigliato consumarla ancora fresca e non essiccata o sciroppata, perché il suo contenuto calorico aumenta notevolmente.

 

Un ulteriore consiglio è quello di bere molta acqua per mantenere i tessuti idratati.

 

Adesso che sapete cosa mangiare per la vostra abbronzatura non vi resta che provare sulla vostra pelle!